Visualizzazioni totali

venerdì 15 dicembre 2017

Segnalazione "I dono della Madre Terra" - Chantal Lazzaretti

Buon pomeriggio lettori, oggi vi proponiamo un'altra segnalazione. Continuate a leggere per scoprire di che romanzo si tratta. Rullo di tamburi...  

Titolo: I dono della Madre Terra    
Autore: Chantal Lazzaretti 
Editore: Linee Infinite Edizioni 
Genere: Fantasy/ fantascientifico 
Prezzo: 15 
Pagine: 402
Formato: Cartaceo 
Copertina: Gianluca Serratore  

Sinossi:

In un futuro lontano, il genere umano si trova coinvolto in un'avventura straordinaria alla riscoperta del pianeta Terra. Gli uomini arrivano da un mondo senz'anima, tecnologicamente avanzato ma ormai privo di risorse, per ritornare alle origini. Vogliono ripercorrere le orme dei propri avi, riscoprendo la vita senza le barriere e i filtri imposti dall'utilizzo costante della tecnologia. Madre natura è pronta ad accogliere i propri figli regalando loro gioie e sfide da affrontare. Tutto è nuovo e molte cose sono cambiate sulla Terra. Alexy vive sulla propria pelle quest'avventura e, insieme ai suoi compagni, scopre i misteri di questo nuovo pianeta. Il mare è senza dubbio l'attrattiva più grande e i suoi segreti richiamano l'attenzione della ragazza. Qualcosa la segue costantemente nelle sue esplorazioni marine e un ragazzo dai profondi occhi blu le compare davanti misteriosamente. Una presenza magnetica, ipnotica, che porta Alexy a innamorarsi di lui perdendo di vista la realtà. Fantasia e certezze si alternano. Nuovi luoghi ed esseri straordinari si susseguono mettendo in dubbio la presenza del ragazzo dagli occhi blu. Molte domande tormentano Alexy.



Link d'acquisto:  https://www.lineeinfinite.com/product-page/i-doni-della-madre-terra

Estratti: 

"Due occhi azzurri come il mare mi stanno guardando impauriti. Uno sguardo fermo, fisso su di me dubbioso, stupito e teorizzato come può essere il mio."

"Rimango immobile in bialia degli eventi fissando quell'ombra che velocemente avanza. Si avvicina furtiva rimanendo nel buio." 

Contatti: 
Instagram: Chantal Lazzaretti 





Booktrailer: 




Chantal Lazzaretti                                                                         (1988) vive a Reggio Emilia. Sensibile, curiosa, decisa, mostra da sempre interessi per l'arte in tutte le sue forme. Dalla madre eredita l'amore per i viaggi e dal padre quello della storia. Curiosità storiche e scientifiche, viste nel più vasto quadro della condizione umana, sono l'humus della sua narrazione, alimentate da una particolare visione e lettura del mondo antico e contemporaneo. La sua passione per il fantasy, la fantascienza, il thriller, e la loro intersezione, costituisce nucleo e ragione dei suoi racconti. I " Doni della Madre Terra" è il suo primo romanzo.  

mercoledì 13 dicembre 2017

Seconda giornata "Quattro blog per un autore": Visoni celate, carte svelate - Ida Stamile

Buon pomeriggio lettori! 
Sapete che giorno è oggi? E' mercoledì e come ogni mercoledì è la seconda giornata della rubrica "Quattro blog per un autore". L'autrice di questa settimana è Ida Stamile con il suo romanzo intitolato...




Titolo: Visioni celate, carte svelate 
Autore: Ida Stamile                                                               
Editore: Augh!                                                                                         
Prezzo: 10,20





Sinossi:
Visioni celate, carte svelate di Ida Stamile è un'opera poetica, filosofico-alchemica, è la narrazione in versi di un percorso esistenziale che cerca attraverso le immagini esoteriche dei Tarocchi di raggiungere un punto di approdo psichico nell'equilibrio onnivoro dell'universo. La voce poetica della scrittrice si fa anelito e speranza, circuito e abnegazione nel periplo insondabile e misterioso dell'esistenza. Attraverso le immagini è la parola, verbo e simbolo di vita in fieri, che coglie le sfumature più nascoste dell'animo umano. È così che il poeta si fa portavoce di un'alchimia interiore con il suo atteggiamento divinatorio, che lo rende profeta di se stesso e della variegata, insondabile natura umana.




Contatti:     

 Book trailer:



Link di acquisto: 




“LA VITA DIVERTENTE DI UN AUTORE”

Ci sarà sicuramente un aneddoto divertente legato alla stesura del tuo romanzo. Raccontaci un po’ del lato comico legato al tuo libro o magari legato alle tue prime presentazioni davanti a un pubblico.
Essendo un libro molto mistico, intimo e profondo, episodi divertenti durante la stesura dello stesso non ce ne sono stati. È stato un percorso di scrittura molto intenso che ha lasciato poco spazio a momenti comici. Il bello è venuto forse dopo la sua pubblicazione, quando sono stata invasa dai lettori con domande insolite sull'esoterismo e sui Tarocchi del tipo: riesci a cambiare il tuo futuro con i rituali? Io non ci credo, ma posso far ritornare il mio ex da me? Ho fatto questo sogno stanotte; sai dirmi che significato ha? La meditazione fa staccare l'anima dal corpo? I Tarocchi predicono davvero il futuro? Quanto prendi per una lettura? ecc...Sono passata dall'essere una poetessa/scrittrice all'essere una fattucchiera insomma e della peggior specie. C'è parecchia confusione nella testa delle persone sulla materia. Mi sono divertita sicuramente a rispondere a ciascuno e a ribadire che: la mia è semplicemente una passione antropologica per l'intero universo esoterico e ho una mia personale visione dello stesso; faccio i rituali e medito, ma per creare pace nella mia mente e nel mio cuore e non per far tornare qualcuno da me o per staccare la mia anima dal corpo; leggo i Tarocchi senza farmi pagare perché sono del parere che bisogna farlo gratuitamente e che bisogna diffidare da chi lo fa. Ho infine sempre puntualizzato, e non mi stancherò mai di farlo, che i Tarocchi possono dare un consiglio sulla vita o su determinate situazioni, ma alla fine l'unico artefice del proprio destino è la persona stessa con le sue scelte. Poi con la magia tutto è possibile, anche l'impossibile...
Un tipo una volta mi scrisse persino che pensava fosse un libro su come coltivare arance! In quel caso evitai di rispondere...
Le presentazioni invece sono sempre andate alla grande senza momenti di impasse o timidezza, forse solo con un po' di nervosismo e adrenalina iniziali.



Ida Stamile
Nata nel 1984, Lucana di nascita ma romana di adozione, si laurea al DAMS di Roma Tre. Successivamente consegue la laurea magistrale in Saperi e tecniche dello spettacolo teatrale, cinematografico, digitale all'Università "La Sapienza". Collabora negli anni con diverse testate online quali "Rocklab", "Indie-eye", "EXTRA! Music Megazine", "Rockaction" e "La repubblica XL", occupandosi di musica e cinema. Cura inoltre una sua rubrica intitolata Ida Sta A Mille!, che fonde musica, letteratura, arte, cinema e un tocco di esoterismo, nella dimensione del racconto breve. Giornalista e videomaker, si occupa anche di produzione e ufficio stampa. "Visioni celate, carte svelate" è il suo primo libro di poesie uscito a gennaio 2017 per la casa editrice Augh! Edizioni.  


martedì 12 dicembre 2017

La ragazza che sapeva troppo - M.R. Carey

Risultati immagini per la ragazza che sapeva troppoTitolo: La ragazza che sapeva troppo                                               
Autore: M.R. Carey                                                                
Editore: Newton Compton
Genere: thriller                                                              
Pagine: 384                                                     
Prezzo: 9,90€

« Non voglio farvi del male! ,grida. Ed è vero, così non si difende quando lo afferrano e lo mordono e lo fanno a pezzi. Sono solo bambini...  In un mondo perfetto, sarebbe stato uno di loro » 

Melanie ogni mattina viene fatta uscire dalla sua cella, il sergente Parks e gli altri soldati la legano ad una sedia a rotelle, come tutti i suoi compagni, ed iniziano le lezioni. La bambina sente una particolare ammirazione per l'insegnante Miss Justineau, e l'affetto sembra reciproco, così l'istinto di sopravvivenza non impedisce alla donna di carezzare Melanie. Pessima mossa. A causa di un attacco esterno poi, i pochi sopravvissuti si vedono costretti a fuggire dalla struttura protetta, verso un mondo devastato da un terribile virus. Melanie, mentre tenta di reprime la fame che la corrode e di sfuggire all'esperimento di cui è parte, scoprirà la verità sul suo eterno dubbio: "Chi, o che cosa, sono?"   

Il racconto riprende un tema frequente, il mondo invaso dagli "zombie", qua chiamati hungrie, infettati dal fungo Ophiocordyceps, ma riesce a renderlo assolutamente originale. La protagonista è infatti una bambina, o per lo meno è considerata tale dalla sua insegnante preferita. In realtà si trova in una base sperimentale, e le lezioni scolastiche hanno il solo scopo di studiare i meccanismi di funzionamento della sua mente, per comprendere cosa la rende così diversa e, forse, trovare la causa della diffusione del virus. Dopo l'attacco alla base, con l'inizio del difficoltoso viaggio dei protagonisti, la lettura si fa più scorrevole ed incalzante, tenendo il lettore con il fiato sospeso: quale sarà la sua prossima mossa? Nulla è come ci si aspetta, il finale lascia di stucco.

« E il suo corpo è devastato da milioni di brividi e fremiti nervosi; ogni cellula si ribella, bramando ciò che non può avere. [...] Melanie si è immobilizzata all'istante e ha fissato senza respirare quel viso vuoto e selvaggio. Non poteva fare nulla, né urlare né chiudere gli occhi. Il libero arbitrio era scomparso, assieme alla sua paura. »

Risultati immagini per the girl with all the gifts



La ragazza che sapeva troppo (The girl with all the gifts) è anche un adattamento cinematografico del 2016, diretto da Colm McCarthy, di genere horror/thriller/drammatico. 

Nel cast: Sennia Nanua, Gemma Arterton, Glenn Close, Paddy Considine.

La sceneggiatura è stata scritta dallo stesso Carey in contemporanea con l'omonimo romanzo.
Immagine correlata






Mike Carey

(1959, Liverpool) 
Scrittore di libri, fumetti e sceneggiature di film. 
Ha lavorato alla DC/Vertigo (Lucifer; The Unwritten), per la Marvel (X-men; Ultimate fantastic four) e BOOM! Studios (Suicide Risk).




lunedì 11 dicembre 2017

Segnalazione "Il segreto della sorgente" (vol 3) - Luca Rossi

Bentornati con un'altra segnalazione lettori. 
Il libro di oggi è il terzo volume della saga "I rami del tempo" edita da Luca Rossi. L'autore, mesi fa, mi ha dato la bellissima opportunità di leggere e recensire i primi due volumi: I rami del tempo (vol.1) e L'erede della luce (vol.2) dei quali potete leggere, in caso di curiosità, la recensione.

Iniziamo!

Titolo: Il segreto della sorgente   
Autore: Luca Rossi
Editore: Self-published
Genere: Romanzo fantasy  
Prezzo: 12,90 euro (cartaceo) 
Pagine: 235 





Sinossi:
Sono in molti a credere che lei sia quella giusta, l’Erede della Luce, colei che, in un universo dominato dalla scienza e dalla tecnologia del Presidente Molov, risveglierà la parte più profonda degli individui. Ne è convinta la sua compagna Miril, hanno fede in lei la mutante Ipsia e il Maestro Elor e soprattutto gli abitanti delle Terre Libere di Vaior, l’ultimo baluardo di vera libertà. Ma a non credere in sé stessa è proprio Lil, distrutta dai sensi di colpa per la scomparsa del suo mondo e incapace di fare i conti con un destino che le ha già portato via quasi tutto. Eppure per Lil non c’è più tempo. Nelle Terre Libere nulla è come appare. Valika, sua futura guida spirituale, è la prima ad aver rinnegato gli ideali più puri e il fanatismo delle vestali del Santuario, unito alla brama senza fine di beni materiali, minaccia lo scoppio di una guerra fratricida. 
L’unica soluzione è raggiungere la Sorgente di cui parla un’antica Profezia. Ma a sbarrar la strada a Lil è il peggiore dei pericoli nei quali possa imbattersi un essere vivente, la negazione stessa della vita. E proprio coloro di cui ha più bisogno saranno i primi a tradirla.



Il volume sarà disponibile da martedì 12 dicembre in formato cartaceo ed ebook su Amazon  

Inoltre sul blog di Luca Rossi potete trovare sia la sua biografia sia un post dedicato a questo romanzo

Tra qualche giorno troverete anche la recensione quindi restate connessi al blog se siete curiosi di sapere cosa ne penso. 





mercoledì 6 dicembre 2017

Seconda giornata "Quattro blog per un autore": La musa della notte - Sara Simoni

Bentornati lettori in un altro appuntamento della rubrica "Quattro blog per un autore"
Siete pronti? 





Titolo: La musa della notte 
Autore: Sara Simoni                                                                     
Genere: Urban fantasy                                                                                         
Prezzo: 9,35




Sinossi: 
In una Milano piena di incanto e di mistero, due fazioni sono impegnate in una lotta segreta da un tempo antichissimo: le streghe, donne dotate di terribili poteri magici, e i loro cacciatori naturali, gli inquisitori, uomini che di generazione in generazione si tramandano il compito di proteggere la popolazione dalla magia. Ma qualcosa comincia a cambiare quando nelle aule di un’università la strega Viviana e l’Inquisitore Arturo si incontrano come due normali studenti. L’attrazione è forte, ma né Viviana né Arturo possono dimenticare chi sono e da dove vengono.
“Ci vorrebbe tanta più forza di quella che noi abbiamo per non farci del male.”


Contatti: 
www.facebook.com/sarasimoniautrice/ 
www.storiescadute.it     
http://blog.storiescadute.it    




Link d'acquisto: http://amzn.eu/c9elM4N



“LA VITA DIVERTENTE DI UN AUTORE”

Ci sarà sicuramente un aneddoto divertente legato alla stesura del tuo romanzo. Raccontaci un po’ del lato comico legato al tuo libro o magari legato alle tue prime presentazioni davanti a un pubblico.

Ho cominciato a fare presentazioni molto giovane, dal momento che il mio primo romanzo è stato pubblicato quando avevo solo 17 anni. Allora ero piuttosto inesperta e i disguidi per disorganizzazione erano all’ordine del giorno.
Una volta, ad esempio, ero stata invitata a una fiera del libro in una città sul lago Maggiore (vicino a casa mia, ma non così tanto; tenete conto che all’epoca non avevo ancora la patente ed erano i miei genitori a dovermi accompagnare). Avrebbe dovuto essere un evento abbastanza importante, grazie anche alla presenza di alcuni autori famosi. Io avrei dovuto partecipare a un’intervista radiofonica insieme ad altri giovani scrittori e il pensiero mi emozionava, dal momento che non avevo mai parlato in radio e mi sembrava una bellissima opportunità.
Arrivai nel luogo dell’evento, una villa grandiosa, e mi sembrò di essere entrata nel regno delle favole: c’erano effettivamente diversi autori importanti che presentavano le proprie opere in una serie pressoché continua di incontri. Quando però cercai di capire come si sarebbe svolto l’evento che mi avrebbe visto coinvolta, trovai l’inghippo: l’intervista era prevista per le 2.00 di notte. Restare fino a quell’ora era per me improponibile, dal momento che non ero automunita (e poi, andiamo, un evento letterario alle 2.00 di notte non potrà certo avere un gran pubblico, sia in presenza che in differita). Ero giù di morale, perché per un attimo avevo sfiorato un mondo incantato, illudendomi di farne parte, e invece era stata solo una fregatura.
In qualche modo dovetti fare pena ad alcuni degli autori presenti all’evento, perché alcuni di loro (tra cui Gianni Biondillo) chiamarono gli organizzatori e improvvisarono una presentazione per me e per il mio libro. Fu una cosa informale e assolutamente non programmata, ma mi fece sorridere e fu una straordinaria dimostrazione di solidarietà da parte loro. Ero solo una ragazzina entusiasta alle prese con il suo primo romanzo (un libro che oggi, onestamente, non consiglierei a nessuno), ma decisero lo stesso di darmi una mano.
Dubito che oggi qualcuno di loro ricordi ancora l’episodio, ma io ci ripenso con piacere. Ogni tanto può sembrare che quello dell’editoria sia un mondo difficile, e capita che gli altri autori portino invidia e rancore nei confronti dei colleghi, o che, nel migliore dei casi, ostentino un’altezzosa indiffrerenza. Tutte le volte che mi scontro con questi comportamenti e sento che la tristezza sta per assalirmi mi ricordo di quegli scrittori che nel 2010 improvvisarono una presentazione per me e per il mio pessimo libro e capisco che, a prescindere da tutto, è quello il tipo di autore che voglio essere.